Comunicato Ufficiale EISI n. 5 Stagione 2020-2021 (21-09-2021)

A seguito di alcune richieste di chiarimento riguardo il Comunicato n. 4 ed il Protocollo per la ripresa abbiamo interpellato il nostro Consulente Medico, che per quanto riguarda la frase riportata nel Comunicato n. 4: “NON SONO
AMMESSE DEROGHE. Solo una prescrizione medica che attesti l’impossibilità di essere vaccinato può permettere di effettuare attività” ha specificato quanto segue: “Chi è esentato dal vaccino per motivi di salute, pertanto in possesso di certificato medico di esenzione, DEVE presentare il GREEN PASS previo tampone in quanto più esposto a contagio (e deve essere in ogni caso in possesso del certificato non agonistico o agonistico a seconda dell’età, se giocatore).
Per quanto riguarda la frase scritta sul Protocollo a pag. 3: “in caso di partite amichevoli… per chi rientra nella categoria Esposti… è necessario il Green Pass da tampone.” Il medico ha precisato che: “Ciò che vale per le amichevoli vale a maggior ragione per le partite ufficiali, ma mentre la cosa è intuitiva per gli esentati dalla vaccinazione (pochissimi peraltro), il concetto non è altrettanto chiaro per i non guariti (che pure rientrano negli ESPOSTI), categoria non meglio definita”.
Si ricorda che il Consiglio Nazionale ha stabilito che tutte le società regolarmente affiliate alla data del 30/09/2021 saranno automaticamente e gratuitamente rinnovate fino alla scadenza della stagione sportiva 2021/22 cioè al 30/09/2022; questo vale anche per i dirigenti, gli allenatori e gli atleti già tesserati.
Le società che non intendono rinnovare l’affiliazione devono scrivere una mail a eisi.tesseramenti@gmail.com entro il 27/09/2021.
Se qualche dirigente, allenatore od atleta volesse cambiare società deve inviare un nulla osta della società di appartenenza alla mail eisi.tesseramenti@gmail.com, sempre entro il 27/09/2021, indicando per quale società vuole essere tesserato.
Si ribadisce che per svolgere l’attività sotto l’egida dell’EISI atleti, allenatori e dirigenti, oltre al Green Pass, devono essere in regola con il tesseramento anche per usufruire della copertura assicurativa e gli atleti devono essere anche in possesso del Certificato di Idoneità all’Attività Sportiva Agonistica. La mancanza di questi requisiti non permette l’effettuazione di allenamenti, partite amichevoli e tornei di baskin. Si consiglia inoltre di informarsi circa eventuali prescrizioni locali dovute alla pandemia.
In assenza di quanto sopra evidenziato non è possibile effettuare iniziative con il nome EISI ed inoltre ogni tipo di responsabilità ricadrebbe direttamente sui presidenti delle squadre coinvolte. Si invitano anche i Consiglieri Nazionali, i Delegati Regionali ed i Coordinatori di Sezione Territoriale a rafforzare questa segnalazione presso le società del proprio territorio.
Si invitano le società che non hanno ancora espresso la loro volontà di partecipare o non partecipare al “Torneo della Ripresa 2021” di comunicarlo al più presto al proprio Delegato Regionale o al Coordinatore di Sezione Territoriale.
Chiediamo a questi ultimi di sollecitare eventualmente tali risposte. E’ molto importante per programmare la ripresa.
Siamo consapevoli che dopo questo lungo periodo di inattività ripartire è molto difficile per scarsità delle palestre, per difficoltà nel far eseguire le visite mediche e per le legittime titubanze di chi non si sente ancora al sicuro, ma confidando nella vaccinazione ed in una continua regressione della pandemia cerchiamo, se possibile, di iniziare.

Download Comunicato PDF: Comunicato Ufficiale EISI n. 5 Stagione 2020- 2021 (21-09-2021)

Comunicato Ufficiale EISI n. 4 Stagione 2020-2021 (27-08-2021)

Il Presidente Nazionale EISI e il Responsabile Nazionale Baskin, sentito il parere del Consulente Medico EISI, comunicano che per effettuare attività di
baskin (allenamenti e partite) gli atleti che hanno compiuto i 12 anni, gli allenatori ed i dirigenti devono essere in possesso del Green Pass.
Anche gli Arbitri e gli Ufficiali di Campo per svolgere le loro funzioni devono essere in possesso del Green Pass.
NON SONO AMMESSE DEROGHE.
Solo una prescrizione medica che attesti l’impossibilità di essere vaccinato può permettere di effettuare attività. Si ricorda ancora una volta che per svolgere l’attività sotto l’egida dell’EISI atleti, allenatori e dirigenti, oltre al Green Pass, devono essere in regola con il tesseramento anche per usufruire della copertura assicurativa e gli atleti devono essere anche in possesso del Certificato di Idoneità all’Attività Sportiva Agonistica. La mancanza di questi requisiti non permette l’effettuazione di allenamenti, partite amichevoli e tornei di baskin. Si consiglia inoltre di informarsi circa eventuali prescrizioni locali dovute alla pandemia. In assenza di quanto sopra evidenziato non è possibile effettuare iniziative con il nome EISI ed inoltre ogni tipo di responsabilità ricadrebbe direttamente sui presidenti delle squadre coinvolte. Si invitano anche i Consiglieri Nazionali, i Delegati Regionali ed i Coordinatori di Sezione Territoriale a rafforzare questa segnalazione presso le società del proprio territorio.
In allegato alla presente comunicazione trovate il nuovo Protocollo.

Download Comunicato PDF: Comunicato Ufficiale EISI n. 4 Stagione 2020-2021 (27-08-2021)

Download Protocollo PDF: Protocollo EISI delle modalità di svolgimento della Ripresa (SET2021)

 

Disposizioni per lo Sport per Emergenza COVID-19 (Avviso del 6 Agosto 2021)

Riportiamo integralmente il testo dell’Avviso del 6 Agosto 2021 del Dipartimento per lo sport:

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto-legge 23 luglio 2021, n. 105 recante “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche”.

La norma, entrata in vigore il 23 luglio 2021, proroga al 31 dicembre di quest’anno lo stato di emergenza in considerazione del rischio sanitario connesso al protrarsi della diffusione degli agenti virali da COVID-19.

***

Eventi, competizioni sportive, strutture sportive e certificazioni verdi COVID-19

A partire dal 6 agosto 2021, in zona bianca, l’accesso ad eventi e competizioni sportive, oltre che a piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, limitatamente alle attività al chiuso, è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di certificazioni verdi COVID-19 previste dall’art. 9 comma 2 del decreto legge 22 aprile 2021, n. 52 convertito con modificazioni dalla legge 17 giugno 2021, n. 87, ovvero:

– avvenuta vaccinazione anti-SARS-CoV-2, al termine del prescritto ciclo (rilasciata anche contestualmente alla somministrazione della prima dose di vaccino con validità dal quindicesimo giorno successivo alla somministrazione fino alla data prevista per il completamento del ciclo vaccinale;

– guarigione da COVID-19, con contestuale cessazione dell’isolamento prescritto in seguito ad infezione da SARS-CoV-2, disposta in ottemperanza ai criteri stabiliti con le circolari del Ministero della salute;

– test antigenico rapido o molecolare con esito negativo al virus SARS-CoV-2.

Queste disposizioni si applicano anche nelle zone gialla, arancione e rossa, se i servizi e le attività succitate sono consentiti e nel rispetto delle condizioni previste per le singole zone.

Le predette disposizioni non si applicano ai soggetti esclusi per età dalla campagna vaccinale ed ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute.

I titolari o i gestori dei servizi sono tenuti a verificare che l’accesso avvenga nel rispetto di quanto previsto dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri che verrà adottato ai sensi dell’articolo 9, comma 10 del presente decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, convertito con modificazioni in legge 17 giugno 2021, n. 87.

***

Modalità di accesso del pubblico agli eventi sportivi

In zona bianca e in zona gialla agli eventi e competizioni di livello agonistico riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e del Comitato italiano paralimpico (CIP), riguardanti gli sport individuali e di squadra, organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva ovvero da organismi sportivi internazionali ed agli eventi e competizioni sportive diverse dalle precedenti è consentito l’accesso del pubblico esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi COVID-19 di cui all’articolo 9, comma 2 del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 giugno 2021, n. 87.

Le attività devono svolgersi nel rispetto delle linee guida adottate dalla Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento per lo sport, sentita la Federazione medico-sportiva italiana, sulla base di criteri definiti dal Comitato tecnico-scientifico.

Quando non è possibile assicurare il rispetto delle condizioni di cui al presente comma, gli eventi e le competizioni sportivi si svolgono senza la presenza di pubblico.

NB: le disposizioni in merito sia alla capienza massima per gli eventi e le competizioni organizzate negli impianti, al chiuso o all’aperto, che alle modalità di assegnazione dei posti sono in fase di revisione.

Qui il testo integrale del provvedimento.

Fonti: